sabato 2 gennaio 2010

Dremel….perchè non ci hanno presentati prima!?

Eccomi qui dopo le festività natalizie (anche se ufficialmente si finisce con l’epifania) con un pieno di cibo che basterebbe per il letargo di una decina d’orsi!

Oggi voglio mostrarvi una delle cose che ho ricevuto a Natale.

Un Dremel con scatola di attrezzi, chiaramente non originali (6 € al Lidl).

Finalmente potrò lucidare le mie perle senza diventare scema! attuavo già la scartavetratura aiutata da spazzolino elettrico ma non ero mai soddisfatta del risultato finale e dovevo sempre lucidare, sinceramente su certi pezzi non è il massimo. Anche la lucidatura a mano con strofinacci non da molto giovamento (oltre ad essere faticosissima!)

Ho provato ad usare i dischetti di feltro presenti nella confezione ma ad alte velocità scavano troppo e lasciano buchi e a basse velocità si limitano a levare uno strato superficiale ma senza lucidare più di tanto. Questo può risultare utile quando si sporca il bianco e per levare i fastidiosi peletti che ogni tanto si attaccano, si deve però prestare molta attenzione perché si rischia di ritrovarsi con una perla a scalini.

Delusa da questa prima prova la mia mente ha ripescato dei tutorial che avevo visto l’anno scorso. Venivano utilizzati dei ritagli di cotone o jeans attaccati ad un attrezzo a motore.

Ci ho provato anche io ed il risultato è stato sorprendente!!!!!

Ecco quindi un piccolo tutorial per realizzare il vostro lucidatore personale. (Naturalmente dovete avere un Dremel o simile).

 

 Nella mia scatolina degli attrezzi c’era questo “aggeggino” . Non è altro che una vite inserita nel supporto.

 

Ritagliare da vecchie lenzuola, pezze da cucina, jeans ecc (attenti alle canottiere se sono elasticizzate non vanno molto bene) dei cerchi da 3-4 cm di diametro e bucarli nel centro.

Far passare i pezzi di cotone nella vite e fissare il tutto.

ATTENZIONE: il jeans blu può perdere colore. Il cotone dei cerchietti si sfilaccerà usandolo ma è normale! Anche gli originale Dremel (che costano 6 € l’uno!!!!!!!) hanno lo stesso problema.

Ho tentato si fare una foto per far vedere la differenza tra una perla lucidata e una non trattata ma ho paura che non renda abbastanza l’idea.

Vi assicuro comunque che dal vivo la differenza è sorprendente sia alla vista che al tatto!

4 commenti:

rainbowproject ha detto...

Accidenti che invenzione! Chissà se la posso usare anche io in qualche modo?

flavia ha detto...

Ciao! Grazie per essere passata e per gli auguri! Un abbraccio e buona serata. Flavia

Lucertolarosa ha detto...

Ecco un'altra convertita al dremel! Io a dire il vero usandolo ci metto anche più di prima, perché prima levigo a mano e poi lucido con il dremel, però il risultato è tutta un'altra cosa rispetto a quando non lo usavo (ma secondo te potremmo farci pagare dalla Dremel per la pubblicità?) :P

batumarti ha detto...

Non sarebbe male ma mi sa che non accetterebbero mai, e poi dovrei pubblicizzare anche i dischetti da 6 euri!!